• 29-11-2021



 

 

.

 

 

 

 

 

   

 

 

Steel Town è un'opera commissionata da Fortune Magazine, per la quale Stephen Shore ha viaggiato attraverso New York, Pennsylvania e Ohio.

 

 

 

In Steel Town il fotografo ci mostra case vuote, locali abbandonati e persone che manifestano. Ci sono sguardi interrogativi rivolti direttamente alle acciaierie e colti senza alcun tipo di dinamismo, senza alcun dettaglio che si riferisca a rumori o alla presenza degli operai. Gli edifici produttivi sono fotografati in un contesto geometrico ordinato che li rende ulteriormente isolati e ne accentua il valore simbolico. L'acciaieria si trasforma in un monumento della memoria, in un totem.

 

 

 

Steel Town ci regala un'atmosfera di generale sospensione e svela uno Stephen Shore che, a differenza degli altri suoi progetti, abbandona la sua posizione di osservatore neutrale (che ha sempre caratterizzato l'estetica della sua fotografia) per passare a un coinvolgimento emotivo. I ritratti del libro mostrano chiaramente la vicinanza emotiva e la solidarietà dell'artista nei confronti dei lavoratori e della loro condizione di disagio, di preoccupazione per un futuro che è anche quello della società americana.

 

 

 

E un lavoro di questo tipo non era mai stato pubblicato da Shore.

 

 

La mia recensione per F-Stop Magazine del nuovo libro di Stephen Shore.

 

 

Il libro è edito da Mack Books.

 

 

 

  


  • 22-10-2021



 

 

Il 23 ottobre ricomincia la stagione degli eventi espositivi della Torrefazione.

 

La prima esposizione sarà un progetto di analisi, di maturità dell'attività fotografia di Mariano Biazzi Alcàntara.

 

 

 

Ogni singola polaroid di Mariano Biazzi Alcantara è uno sguardo lucido e disincantato volto a cogliere e a vivere il tempo fotografico come suo, intimo e unico, immediato.

Il fotografo ricerca. E cerca sé stesso in un lento incedere, quasi senza tempo.

 

 

 

 

 

Senza Tempo è un racconto il cui equilibrio si sposta dalla narrazione cronologica alla sequenza emotiva con l’intento di fermare il tempo attraverso un punto di rottura, o di crescita, nella produzione e nell’approccio al media stesso di Mariano Biazzi Alcantara.

 

 

 

L’esibizione inaugurerà negli spazi della Torrefazione Vittoria, in via Ferrabò 4 a Cremona, ed è curata da me, con introduzione del Prof. Filippo Centenari. Le grafiche sono realizzate da Corinna Chood Tsukiji Fusco.

 

 

 

Si ricorda che l'accesso sarà consentito solo ai titolari di greenpass.

 

Non mancate!

 

 

 

 

 

A questi links altre info:

 

Mariano Biazzi Alcantara

Filippo Centenari

Corinna Fusco

Evento Facebook 


  • 06-10-2021



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Qualcuno avrà sentito parlare di PHmuseum Days.

Qualcuno lo avrà visitato.

Se vorrete potrete leggere anche la mia recensione del festival per F-Stop Magazine.

 

Grazie!

 

 

 


  • 28-05-2021



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di lui vi ho già parlato in altre occasioni e, recentemente, ho scritto per F-Stop Magazine del suo libro Napoli nord/Case rom.

 

Domani, alle ore 17, sarò in diretta col Museo Nazionale della Fotografia Brescia per parlare, assieme a Luisa Bondoni (curatrice del museo nazionale della fotografia di Brescia, docente e storica della fotografia), di e con Vincenzo Pagliuca.

 

Avremo modo di rivedere Case rom/Napoli nord (progetto pubblicato da The Velvet Cell), di approfondire Monos (esposto più volte nelle gallerie del nord Europa) e di presentare qualcosa di nuovo di questo autore che, secondo me, merita e di cui sentiremo parlar ancora molte volte in futuro.

  

Vincenzo Pagliuca è un autore che vi consiglio di tenere d'occhio

 

 

Grazie a chi vorrà intervenire.

 

Qualora potesse interessare questo è il link all’evento: https://www.facebook.com/events/768508074039432/

 

E se aveste richieste o curiosità potrete scriverle direttamente nella bacheca dell'evento.

Grazie!

 

 

https://www.facebook.com/MuseoFotografiaBrescia
https://www.museobrescia.net/it/
https://luisabondoni.wordpress.com/

 

 

  

 

  

 

  


  • 09-04-2021



 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Di lui vi ho già parlato in altre occasioni e, recentemente, ho scritto per F-Stop Magazine del suo libro Napoli nord/Case rom.

 

Il prossimo lunedì 12 aprile parleremo in diretta proprio di questo progetto con l'autore e con Michele Fucich, redattore del testo critico del libro, e grazie al circolo Circolo Fotografico Le Molere e la responsabile Claudia Cadei.

 

Vincenzo Pagliuca è un autore che vi consiglio di tenere d'occhio

 

Napoli Nord/Case Rom è un lavoro, a mio avviso, molto interessante che non è mai stato sviluppato a questo livello di analisi fotografica (per l’approccio documentaristico e per quello tecnico) e psicologica (per la riflessione sul valore simbolico e psicologico della casa). Un lavoro ben lontano dallo stereotipo cui l'argomento campi rom potrebbe rimandare.

 

La diretta sarà aperta al pubblico e vuole essere non un semplice evento divulgativo ma anche un'occasione di confronto.

Grazie a chi vorrà intervenire.

 

Qualora potesse interessare questo è il link all’evento: https://www.facebook.com/events/549878292647349

 

E se aveste richieste o curiosità potrete scriverle direttamente nella bacheca dell'evento.

Grazie!

  

 

  

 

  


  • 26-03-2021



 

 

.

 

 

 

    

Napoli Nord/Case Rom unisce la meticolosità tecnica della documentazione fotografica, nel caso specifico pregevole, allo studio sociale arricchito ed integrato dalla cultura psicologica del fotografo.

 

Vincenzo Pagliuca ha familiarizzato con la condizione di vita dei rom alla periferia di Napoli approfondendone la precarietà, il senso di segregazione ma anche di appartenenza, in un’analisi molto precisa.

 

In questo progetto il mezzo fotografico è diventato un media per antonomasia: uno strumento di conoscenza oltre che la chiave per entrare in contatto con una realtà misconosciuta ed erroneamente percepita come poco accessibile.

 

Napoli Nord/Case Rom ha trovato la sua realizzazione nella pubblicazione da parte di TheVelvetCell.

 

È un lavoro, a mio avviso, molto interessante che non è mai stato sviluppato a questo livello di analisi fotografica (per l’approccio documentaristico e per quello tecnico) e psicologica (per la riflessione sul valore simbolico e psicologico della casa).

 

La mia nuova recensione per F-Stop Magazine del nuovo libro di Vincenzo Pagliuca.

 

Tenetelo d'occhio perchè sentirete ancora parlare di lui.

 

 

 

 

 


  • 12-02-2021



 

 

.

 

 

 

 

 

   

La fotografa israeliana Iris Hassid ha voluto concentrare la sua attenzione sulla nuova generazione di giovani adulti di origine araba per provare a documentarne la quotidianità. Ma, soprattutto, ha voluto presentare le donne arabe palestinesi cittadine di Israele in un modo diverso dalla versione ritratta dai media.

 

"A Place of Our Own è un progetto che mancava; mi piace molto perché riesce a descrivere situazioni molto complesse sbilanciando (invece di criticare sistema o culture o temi, già di per sé, più infuocati) semplicemente il proprio equilibrio sul femminismo. [...]

La questione israelo-palestinese è tanto complessa quanto irrisolta.

Della questione israelo-palestinese è stato detto tanto o troppo, forse tutto ma mai abbastanza.

Questa pubblicazione potrebbe essere una chiave per averne una visione più attuale."

 

La mia recensione per F-Stop Magazine del nuovo libro di Iris Hassid.

Commenti e critiche sono sempre ben accetti.

Grazie.

 

Il libro è edito da Schilt Publishing.

 

 

 

  


Foto di Patricio Cassinoni
Foto di Patricio Cassinoni
  • 11-11-2020



 

Il prossimo sabato 12 dicembre, dalle ore 17, dialogherò in una diretta facebook con

Luisa Bondoni

(curatrice del museo nazionale della fotografia di Brescia, docente e storica della fotografia) di libri di progetti fotografici meritevoli di menzione.

“Altre Ricerche - Conversazioni estemporanee su autori meno noti” non è un simposio, non è una lezione e non è nemmeno un monologo. Altre ricerche si propone come occasione, attraverso un ospite, di conversazione in merito ad autori e libri fotografici noti o meno noti.

L’evento sarà in lingua italiana.

 

Qualora potesse interessare questo è il link all’evento: https://www.facebook.com/events/496789651269477

 

E se aveste richieste o curiosità potrete scriverle direttamente nella bacheca dell'evento.

Grazie!

 

 

https://www.facebook.com/MuseoFotografiaBrescia
https://www.museobrescia.net/it/
https://luisabondoni.wordpress.com/

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

  

 

 

 

 


Foto di Patricio Cassinoni
Foto di Patricio Cassinoni
  • 25-10-2020



 

L’Italia è un paese che ha una tradizione artistica unica.

L’Italia è un paese che ha una tradizione fotografica forse non allo stesso livello di alcuni paesi europei ma, comunque, interessante ed in rapida crescita per qualità e per pubblico.

 

Trieste è una città italiana che ha una architettura ed una storia uniche che coinvolgono la cultura latina, greca, germanica, ebrea e slava; è il luogo di incontro tra l’Europa Centrale ed il Mediterraneo.
Trieste è una città mediterranea a vocazione mitteleuropea: un posto perfetto per un festival di fotografia che rappresenti il punto d’unione tra le culture fotografiche del mediterraneo e quelle, talvolta più radicate, dell’Europa centrale.

 

dotART è un'associazione culturale triestina che dal 2009 promuove, sul territorio e all’estero, progetti orientati a dare supporto e visibilità ai fotografi professionisti e amatoriali.

 

A Trieste, da un’idea dell’associazione culturale Dotart, è nato un festival internazionale dedicato alla fotografia urbana che dal 2014 esplora la contemporaneità attraverso tutte le forme di fotografia ambientate nel tessuto cittadino: Trieste Photo Days.
Obiettivo del festival è promuovere un tipo di fotografia portatrice di valore artistico, documentale, etnografico e sociologico, che offra testimonianza dell’oggi uno spaccato di contemporaneità urbana in grado di parlare dei cambiamenti sociali che avvengono nella grande città come nel piccolo villaggio.

 

Quello che ha differenziato, dalla nascita, F-Stop dagli altri magazine è la voglia di confrontarsi e, dunque, la promozione di lavori collettivi. L'idea che, mettendo insieme molte immagini di molte persone diverse che hanno qualche connessione con un'idea, si possa iniziare una sorta di conversazione.

 

Da una call di F-stop magazine è nata una collaborazione con dotArt: l’issue #102 STAYING HOME TOGETHER. Lo scopo della call è stato quello di esplorare l'attuale esperienza globale condivisa dai fotografi che ritraggono la loro stessa esperienza. Sentimenti come gioia, noia, speranza, ansia si sono rivelati universali e condivisibili così come il linguaggio fotografico e la sua capacità di narrazione e la sua valenza storica.

 

Il risultato è stato un’ampia gamma di risposte artistiche alla pandemia, che vanno dallisolamento (anche se in famiglia) al bisogno di connessione, raggruppate per approcci che hanno consentito di determinare vere e proprie macrocategorie di risposta artistica alla pandemia.

 

Il risultato è STAYING HOME TOGETHER: una pubblicazione, a tiratura limitata, con più di 5000 foto e 248 pagine per un valore storico unico ed un’operazione di selezione multidisciplinare mai eseguita da dotART e F-stop magazine su scala mondiale.

 

Il progetto fotografico è stato esposto il 17 ottobre presso Palazzo Meizlik ad Aquileia (UD).
La presentazione del libro, in anteprima italiana il 25 ottobre presso la Sala Xenia di Trieste, è stata un’occasione di confronto tra me ed il direttore artistico del festival, Angelo Cucchetto, anche e su come la fotografia è cambiata a seguito della pandemiaed ha riscosso il tutto esaurito (ovviamente rispettosi delle prescrizioni anti-covid).

 

È stato un piacere confrontarsi con Stefano Ambroset e Mara Zanette, organizzatori del festival, ed avere a che fare col vincitore del WPF Alain Schroeder ed ascoltare Alex e Rebecca Webb (presidenti dell’edizione 2020). È stato bello partecipare all’entusiasmo di chi crede nella divulgazione della cultura, soprattutto fotografica, ed aver rappresentato F-stop magazine in questo evento di rilievo internazionale ed in continuo miglioramento.
Il Trieste Photo Days è il festival che non vi aspettereste in una città dall’aria davvero unica.

 

 

Per comprare il libro: https://www.exhibitaround.com/en/saht-prenotazione/

 

https://www.triestephotodays.com/
https://www.facebook.com/triestephotodays
https://en.wikipedia.org/wiki/Trieste

https://www.fstopmagazine.com/blog/2020/11/trieste-photo-days-2020/

  

 

 

 

 


  • 05-08-2020



 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

Crown Ditch & the Prairie Castle è un progetto a lungo termine che documenta gli spazi e le persone dell'ultimo grande "West" e verso il quale troppo spesso ci dimentichiamo di rivolgere il nostro sguardo: l’ovest canadese.

 

Un west che non conosciamo, assuefatti all'idea di quello americano, e che forse anche per questo sembra più reale.

 

Il lavoro, durato 5 anni, ha portato l’autore sulle strade secondarie del Canada occidentale. Dormendo in macchina, facendo la doccia nei laghi e nelle piscine comunitarie, si è dedicato al tentativo di comprendere l’idea attuale di ruralità e di rappresentarla, coglierla, visivamente.

 

Il libro si compone di fotografie di ritratto e di spazi; più semplicemente storie di luoghi, di persone, di luoghi che determinano persone e viceversa. Molto interessante anche il pamphlet allegato, nascosto in una piccola tasca alla fine del libro, come postfazione, contenente aneddoti e riflessioni dell'autore e un testo di Arithe Van Herk il cui testo, poetico, crea un contrasto interessante con quello descrittivo dell’autore.

 

Personalmente trovo questo progetto essenziale per identificare la cultura fotografica contemporanea del Canada occidentale ed ho cercato di recensirlo e parlarne nel modo più semplice.

 

Il libro di Kyler Zeleny che ho recensito per F-Stop Magazine è edito da The Velvet Cell.

 

 

 

  


  • 10-09-2020



 

 

.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il mio progetto “I Follow The Light Inside” è stato pubblicato, tra le tante, sul n°112 del magazine fotografico internazionale Witness Journal ( http://witnessjournal.com/storie/con-la-scusa-dei-fiori/ ) e si è classificato tra i primi 20 finalisti del concorso “iorestoacasa” promosso da Verona Fotografia .

 

Il lavoro sarà esposto a Verona, nello spazio in via Carducci 29, dal 2 ottobre al 7 novembre. Grazie!


 

 

 


  • 05-08-2020



 

 

.

 

 

 

 

 

American Psyche: The Unlit Cave è un progetto sviluppato attorno ad una selezione di fotografie scattate da George Elsasser dal 2005 al 2019, negli Stati Uniti.

 

L’autore vuole portare l’attenzione alla generalizzata condizione di annullamento ed invitare ad esaminare, per lo meno considerare, l’esistenza di un inconscio collettivo e, quindi, di una comunanza di archetipi ancora capace di dare speranza agli ideali originari del popolo americano.

 

Questo lavoro testimonia l’essere artista visuale, prima che fotografo, di Elsasser. Ma, soprattutto, di essere da sempre interessato alle teorie di Carl Gustav Jung che si inseriscono trasversalmente, assieme a poesia e filosofia, al corpo del lavoro fotografico lasciando emergere dalla tenebra della “caverna buia” il progetto vero e proprio.

 

E, a mio avviso, ben riesce nel suo intento. Con tutta la complessità del caso.

 

American Psyche: The Unlit Cave è edito da Daylight Books. 




Clicckando sull'immagine a lato verrete reindirizzati alla recensione 
che ho scritto per F-Stop Magazine e ad alcune immagini del lavoro.

 

 

 

 


  • 16-07-2020



 

 

.

 

 

 

 

Billie Mandle, fotografa e docente di base a Los Angeles, ha fotografato, per 10 anni, confessionali in tutti gli Stati Uniti d’America. Il suo progetto mi ha spinto ad approfondire quello che non è, soltanto in apparenza, un ottimo ed interessante lavoro di documentazione bensì un confronto tra il bisogno dell’autrice di esternarsi con la fotografia e la sua posizione nei confronti della religione.

 

“Reconciliation”, il libro che ne è nato edito da Kehrer Verlag, ha sicuramente bisogno di più parole di quelle in cui mi sono esternato; ma è chiaro che il mio è un articolo di presentazione per un magazine e non una disamina o un'analisi antropologica. Mi piacerebbe comunque provare a fare capire che dietro un lavoro di documentazione c’è un universo o, come in questo caso, un’anima.

 

Lo trovate in vendita, da qualche giorno, nei consueti canali online.

 

Commenti e critiche sono sempre ben accetti.

 




Clicckando sull'immagine a lato verrete reindirizzati alla recensione 
che ho scritto per F-Stop Magazine e ad alcune immagini del lavoro.

 

 

 

 


  • 02-05-2020



 

 

Venerdì 8 maggio, assieme ad Irene Tondelli e grazie al prof. Filippo Centenari, sarò ospite della seconda puntata dei Talkabouts organizzati dalla Libera Accademia di Belle Arti di Brescia (LABA).


Sarà un'occasione per parlare di progettazione fotografica, confrontarci con gli studenti e, perchè no, crescere insieme.

 

 

 

 


  • 10-03-2020



 

 

È sicuramente il momento di pensare ad altro. Comunque è uscito il mio primo articolo su F-Stop Magazine, direttamente dagli StatiUniti.

Il lavoro di Dara McGrath è completo e molto interessante e, perché no, magari potrebbe rendere meno pesante la clausura cui siamo chiamati, responsabilmente, ad osservare in questi giorni di epidemia.

Project Cleansweep è un progetto completo il cui equilibrio si sposta, in modo sottile, verso il documentarismo fotografico; è un libro di indagine che ho trovato, con le sue 216 pagine edite da Kehrer Verlag, un invito molto interessante (sia dal punto di vista dei contenuti che della qualità di stampa) a riflettere su quali impatti sociali ed ambientali permanenti possano avere gli interventi militari; più in generale umani.



Clicckando sull'immagine a lato verrete reindirizzati alla recensione e ad alcune immagini del lavoro.

 

 

 

 


  • 14-02-2020



 

 

Venerdì 21 febbraio inaugurerà la mostra fotografica PANORAMICA di Simone Mizzotti.

“PANORAMICA è la visione d’insieme dell’attività fotografica di Simone Mizzotti e delle sue fasi; Panoramica è la visione del paesaggio, ovvero il tema che lega tutte queste immagini.

 

 

La mostra si propone di partire dalla produzione artistica di Simone Mizzotti, fotografo di fama internazionale, per tracciare un parallelo, illustrare in Panoramica, lo stato dell’arte della fotografia di paesaggio.


La mostra è stata curata da me, che sarò presente assieme all'autore.

 

 

Alle ore 19 c/o Torrefazione Vittoria.
Via Ferrabò 4, Cremona.

 

Non mancate!

 

 

 

A questi links altre info:

 

Simone Mizzotti

Evento Facebook 


  • 18-01-2020



 

 

Ho recensito per Zone Magazine il lavoro di Carlo Rusca "Turistica".

Clicckando sull'immagine a lato verrete reindirizzati alla recensione e ad alcune immagini del lavoro.

 

 

 

 


  • 17-01-2020



 

 

Da oggi sono aperte le iscrizioni al workshop "Dallo storytelling al libro fotografico" che io ed Irene Tondelli terremo il 15 febbraio 2020 al Circolo Fotografico La Ghiacciaia di Marmirolo (MN).

 

L’iniziativa si propone come un percorso alternativo di avvicinamento all’educazione visiva, all’editing ed al raccontare per immagini. Imparare a selezionare in modo efficace i propri scatti in modo da definire una serie e fino ad arrivare all’impaginazione.

Il corso si propone di analizzare il rapporto tra l’immagine fotografica e la sua implicazione all’interno della narrazione di una storia. Insieme agli studenti si analizzeranno i vari tipi di immagine, le basi dello storytelling fino alla realizzazione di un libro destinato alla vendita su piattaforma online di crowfunding.

 

Per informazioni ed iscrizioni potete scrivere gflaghiacciaia@gmail.com o chiamare il numero 3492235775.

 

 


A questi links altre info:

 

Evento facebook

Circolo fotografico Le Molere (facebook)

 

 

 

 


  • 15-12-2019



 

 

Venerdì 20 dicembre inaugurerà la mostra fotografica MARSHRÙTKA (МАРШРУТКА) di Marzio Toniolo.

“MARSHRÙTKA (МАРШРУТКА) è un mezzo di trasporto collettivo, un viaggio partito da Kiev, un fotografo di passaggio.”

Un viaggio fatto di luoghi che non potrebbero esistere senza l’elemento umano, di un ovest spesso complesso ma libero e di un est dal passato talvolta opprimente ma, in fondo, più semplice. Un fotografo che è sempre e soltanto uno spettatore di passaggio.


La mostra è stata curata da me, che sarò presente assieme all'autore.

 

 

Alle ore 19 c/o Torrefazione Vittoria.
Via Ferrabò 4, Cremona.

 

Non mancate!

 

 

 

A questi links altre info:

 

Marzio Toniolo

Evento Facebook

Rassegna stampa: The Mammoth Reflex, Exibart, Nadir


  • 15-10-2019



 

 

Sabato 26 ottobre avrò ancora il piacere di introdurre, presso il Museo Nazionale della Fotografia di Brescia, la presentazione del libro di Alessandro Zanoni "THE POST-WAR DREAM".

L'evento è organizzato grazie alla disponibilità della curatrice di Luisa Bondoni.

 

 

Alle ore 17 c/o Museo Nazionale della Fotografia

Contrada Carmine 2F, Brescia.

 

Non mancate!

 

 

 

A questi links altre info:

 

Alessandro Zanoni

Evento Facebook

Museo Nazionale della Fotografia di Brescia


  • 12-09-2019



 

 

Da oggi sono aperte le iscrizioni al workshop "Dallo storytelling al libro fotografico" che io ed Irene Tondelli terremo il 5 ottobre 2019 al Circolo Fotografico Le Molere di Sarnico (BG).

 

L’iniziativa si propone come un percorso alternativo di avvicinamento all’educazione visiva, all’editing ed al raccontare per immagini. Imparare a selezionare in modo efficace i propri scatti in modo da definire una serie e fino ad arrivare all’impaginazione.

Il corso si propone di analizzare il rapporto tra l’immagine fotografica e la sua implicazione all’interno della narrazione di una storia. Insieme agli studenti si analizzeranno i vari tipi di immagine, le basi dello storytelling fino alla realizzazione di un libro destinato alla vendita su piattaforma online di crowfunding.

 

Per informazioni ed iscrizioni potete scrivere a circololemolere@hotmail.it o chiamare il numero 3479937462.

 

 


A questi links altre info:

 

Evento facebook

Circolo fotografico Le Molere (facebook)
Circolo fotografico Le Molere (instagram)

 

 

 

 


  • 12-04-2019



 

 

Oggi inaugura, inserita nel circuito di Fotografia Europea, l’esposizione del progetto “Underwear”.

“Underwear” è un progetto fotografico di indagine sviluppato da me ed Irene Tondelli sulla base del concept dei ragazzi di Comò Mag.

Io, Irene, Carlotta, Nicolò e Chiara saremo presenti il 12-13-14 aprile presso il Comò Lab per illustrare il progetto, e quello che ha comportato, e parlarvi di quello che accadrà poi.

 

Non mancate!

 

 

http://www.facebook.com/events/2076746269069895/

 

 

 

A questi links altre info:

 

http://www.comomag.it

http://www.irenetondellistudio.com/

https://www.fotografiaeuropea.it/


  • 10-04-2019



 

 

Stasera, dalle 20.30 alle 22, verrò intervistato a Posto Zero Radio assieme ad Irene Tondelli ed ai ragazzi di Comò Mag in merito al progetto Under-wear.

Penso sia inutile dirvi che la cosa mi fa estremo piacere, soprattutto per l'impegno che ho profuso in questi ultimi due anni nella "questione fotografica", e mi farà altrettanto piacere se riuscirò ad essere all'altezza dei miei interlocutori e, soprattutto, degli ascoltatori.

Grazie! 

 

http://www.postozero.it/

 

 

 

A questi links altre info:

 

http://www.comomag.it

http://www.irenetondellistudio.com/

https://www.fotografiaeuropea.it/


  • 27-03-2019



 

 

Il 12 aprile inaugurerà, a Reggio Emilia, FOTOGRAFIA EUROPEA.
La manifestazione non ha bisogno di presentazioni e
, assieme ad Irene Tondelli e grazie ed in collaborazione ai ragazzi di Comò Mag, sarò presente col progetto Under-wear presso Comò Lab.

In anteprima viene pubblicata oggi la mia intervista su Comò Mag.

 

 

http://www.comomag.it/walter-borghisani-fotografia-europea-2019-2/?fbclid=IwAR3dgIGaufDs6z8RvQ6w1UegQ8YRzpskxd2T3CBcqja6j358L03O_6QDO48 

 

 

 

A questi links altre info:

 

http://www.comomag.it

http://www.irenetondellistudio.com/

https://www.fotografiaeuropea.it/


  • 10-03-2019



 

 

Martedì 9 aprile avrò ancora il piacere di introdurre la presentazione del libro di Alessandro Zanoni "THE POST-WAR DREAM".
Interverrà anche il guru di Urbanautica Steve Bisson.

La serata è organizzata dal gruppo fotografico "La Ghiacciaia" (Marco Brioni, Valentina Lo Iacono).

 

 

Dalle ore 21 c/o Sala Muccioli
Piazza Roma, Marmirolo (MN).

 

Non mancate!

 

 

 

A questi links altre info:

 

http://alessandrozanoni.com/the-post-war-dream

http:
//www.facebook.com/events/568220107006970/

http://www.facebook.com/groups/118235468234/

http://www.urbanautica.com/


  • 05-03-2019



 

 

Venerdì 29 marzo avrò ancora il piacere di introdurre la presentazione del libro di Alessandro Zanoni "THE POST-WAR DREAM".

 

 

Dalle ore 21 c/o Fotoclub BFI "Il Soffietto"
Piazza Marconi 7, Soresina (CR).

 

Non mancate!

 

 

 

A questi links altre info:

 

http://alessandrozanoni.com/the-post-war-dream

http:
//www.facebook.com/events/2245572392129681/


  • 28-02-2019



 

 

Venerdì 1 marzo avrò il piacere di introdurre la presentazione del libro di Alessandro Zanoni "THE POST-WAR DREAM".

 

 

Dalle ore 21 c/o ADAFA.
Via Palestro 32, Cremona.

 

Non mancate!

 

 

 

A questi links altre info:

 

http://alessandrozanoni.com/the-post-war-dream

http://www.facebook.com/events/2313935322183470/

 

09/11/2012

 

...staccare solo qualche giorno dalla propria routine.

Ritrovare due amici, appena trasferitisi a Parigi; appena scappati dall'Italia.

La fuga.

L'apertura di un'enoteca.

La lontananza.

La mia cupezza.

 

Ciao, Gnari.